Il condizionatore consuma troppo?

Indice dell'Articolo

Il condizionatore: quanto consuma?
L’associazione difesa orientamento consumatori (Adoc) ha calcolato che il fresco in casa costa circa € 1,77 al giorno per 3 mesi. Il prezzo aumenta se il condizionatore è utilizzato più di 12 ore, in tal caso si calcola circa € 3 al giorno.

E’ importante inoltre, fare buon uso del condizionare. Ecco alcuni consigli:

  • Non accendere e spegnere continuamente, meglio mantenere la temperatura costante
  • Tenere tutte le porte aperte per far sì che l’aria circoli per tutta la casa
  • Evitare di mettere tende davanti allo split, per non ostacolare la circolazione dell’aria fresca
  • Oscurare le finestre dove batte il sole
  • Chiudere sempre le finestre
  • Controllare che i filtri siano sempre puliti e le macchine efficienti

Quale climatizzatore è meglio acquistare?

E’ sempre meglio acquistare un condizionatore con una classe energetica alta (A o superiore) in modo da non determinare un elevato consumo energetico. Senza dubbio un condizionatore con alta classe energetica comporta una maggiore spesa iniziale, ma anche un notevole risparmio sulla bolletta dell’energia elettrica e permette di limitare le emissioni di CO2.

Il condizionatore consuma troppo? Classe energetiche clima casa

Bonus condizionatore 50%

Con le nuove agevolazioni previste dal Governo, si potrà usufruire di uno sconto immediato in fattura del 50% chi sceglierà di acquistare un condizionatore a pompa di calore, con o senza ristrutturazione.

La detrazione del 50% avviene quando l’acquisto del climatizzatore di classe almeno A+ è collegato alla ristrutturazione della casa (bonus ristrutturazioni), o a un intervento di manutenzione straordinaria senza la ristrutturazione (bonus mobili).

L’ agevolazione è valida fino al 31 dicembre 2022 senza limiti ISEE ed è applicabile la detrazione ai seguenti impianti:

  • climatizzatore a basso consumo energetico
  • deumidificatore d’aria
  • termopompa o pompa di calore

Differenze fra condizionatore semplice e pompa di calore

La differenza fra condizionatore semplice e a pompa di calore è che, mentre quello semplice raffredda solamente l’aria immessa nell’ambiente, quello a pompa di calore riesce anche a riscaldarla. Qui di seguito i rispettivi vantaggi:

  1. Controllo della temperatura (sia nelle stagioni invernali che quelle estive, rinfresca e riscalda l’ambiente)
  2. Regolazione umidità della stanza (deumidificazione)
  3. Ottimizzazione della portata d’aria
  4. Pulizia dell’aria (filtrazione)

Inoltre, un altro vantaggio del condizionatore a pompa di calore è che non serve accendere la caldaia, quindi si beneficia anche di uno sconto sul gas e il risparmio aumenta soprattutto nelle mezze stagioni.

Autore dell'articolo

Lascia un commento